Archivio Autore

All’assessore alla Cultura del Comune di San Michele Salentino (di Edmondo Bellanova)

All’assessore alla Cultura del Comune di San Michele Salentino

Cara Rosalia Fumarola,

mi rivolgo direttamente a te per la delega che ricopri, pur presupponendo che l’oggetto della presente dovrebbe/potrebbe interessare l’intera amministrazione comunale.

Da anni ho cercato di mettere in pratica questa mia idea: ne ho scritto e parlato spesso… con i soliti risultati!

Allora riprendo l’argomento con la speranza d’avere ascolto.  Anche in questo nostro piccolo comune, da sempre impegnato in agricoltura e solo recentemente interessato da attività commerciali anche di notevole spessore, nascono fiori!

Spesso non siamo attenti ai risultati che i nostri compaesani raggiungono nei più svariati campi e partecipiamo poco ai loro sacrifici, ma ora, qui, voglio parlare di Leggi il resto di questo articolo »

SERA D’ESTATE (di Edmondo Bellanova)

Ieri è stata una delle prime sere d’estate di questo dopo-virus e all’Ippodromo Paolo VI di Taranto, riaccese  le luci,  si riviveva l’atmosfera del ritorno a scuola dopo le ferie. Si rincontravano vecchi amici; si rivedevano coloratissime giubbe, vessilli d’appassionati proprietari e storiche scuderie; si risentivano scalpitio degli zoccoli sulla pista e le voci esagitate dei drivers che all’arrivo spingevano i loro cavalli anche con i loro cuori, per poi alzare al cielo il frustino ed accarezzare il cavallo per ringraziarlo dei tanti sacrifici patiti durante gli allenamenti.

Alle 21,55 è la nostra ora: c’è il Premio Ibiza con solo 4 cavalli a vedersela con il nostro Urlo di Poggio. Poteva sembrare una corsa facile per questo nostro figlio di Varenne, vanto di San Michele Salentino, ma doveva vedersela con splendidi trottatori napoletani tutti con tempi sotto l’1.13,00. Urlo era dato vincente con una quota di 28/1 mentre altri cavalli  Leggi il resto di questo articolo »

Al Signor Presidente del Consiglio Comunale di San Michele Salentino (di Edmondo Bellanova)

 

 

Caro Luigi

Tante altre volte ho, più o meno espressamente, rivolto delle sollecitazioni all’Amministrazione Comunale per argomenti certamente più importanti ed interessanti di questo di cui ti scrivo credendo nel ruolo della “partecipazione” e confidando nella mancanza di pregiudizio di tutti voi amministratori.

La questione riguarda la necessità di rivedere/aggiornare lo Statuto ed il Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale, materie di stretta competenza del Consiglio.

Per sola curiosità, in occasione delle dimissioni e nomine di Tonino Scatigna, mi sono Leggi il resto di questo articolo »

RICORDI (di Edmondo Bellanova)

Vediamo di dare vita a questa foto postata da Mimmo Ligorio su Facebook.

Ad angolo di Corso Vittorio Veneto c’è la bottega di tessuti di Cappelli Michelina e di Seppë di “Peddagnorë”,fratello di D’Amico Giovino (poi Bar Piccadylli)sulla bottega la casa in primo piano con gli scaloni che Gino Brancasi continua ancora oggi a“ Leggi il resto di questo articolo »

ADDIO GIO’ (di Edmondo Bellanova)

Ancora una triste notizia! Da Bari ci dicono che è morto Nuccio (Donato) Gioia il figlio di “Binidittë la uardië”.

Con Giò (come in confidenza ci piaceva chiamarlo) continuiamo a perdere personaggi che hanno accompagnato tanta parte delle nostre esperienze.

Per me era il terzo moschettiere con Mario Nacci “Lu gnurë” e Armando “La mammarë”, professionisti affermati che, quanto venivano in paese per le ferie, tornavano ”bambini- vitelloni” e qui non si possono elencare le loro bravate che cominciavano con la consumazione di “na coppä” alla cantina per finire all’alba in posti Leggi il resto di questo articolo »

Signori Sindaci dei venti comuni della Provincia di Brindisi (di Edmondo Bellanova)

Ho letto con interesse la lettera che avete inviato al Presidente del Consiglio dei Ministri, ma ammetto d’aver capito poco; certo per la mia ignoranza e impreparazione su questi temi amministrativi-contabili.

Intanto mi sembra che i comuni abbiano intrapreso un’ulteriore strada divergente con l’organizzazione istituzionale che (anche con un discreto costo economico) dovrebbe tutelare gli interessi dei Comuni; perché non è stato chiesto l’intervento dell’ANCI Nazionale il cui presidente è barese o dell’ANCI Regionale nella cui assemblea c’è anche un sanmichelano?

Nello specifico, spero che chi ne capisce di più  mi aiuti a chiarire i seguenti dubbi:

- Si chiede l’abbattimento del Fondo Crediti di Dubbia Esigibilità (FCDE). Vuol dire che i comuni intenderebbero poter spendere il 100% dei crediti accertati, senza la decurtazione di quelli per i quali esiste un ragionevole Leggi il resto di questo articolo »

VIVERE E VIRUS (di Edmondo Bellanova)

Ho ascoltato l’accorato appello di un medico di Rimini che c’invita a “restare a casa” a “non andare al mare” almeno per altre due settimane.

Sì, si il medico ha ragione ed io non trovo difficoltà ad eseguire il suo consiglio anche perché sono pensionato e non ho la necessità di dover lavorare.

Ma qualcuno mi spieghi che rischi ci sono per me e per la società intera se, magari da solo, vado al mare ad ascoltare il fragore delle onde che s’infrangono sugli scogli e lo stridio dei gabbiani che si rincorrono in cielo? Perché non posso sedermi sulla sabbia e ricordare: i giochi che facevo con i nipotini; il caldo di questo nostro sole del sud; il fresco delle sere d’estate passate a seguire il riflesso della luna che, cavalcando morbide onde, m’inteneriva il cuore; il sapore dei baci dolci frutti dei primi amori? Perché non godere dell’intimità del silenzio che solo il mare può Leggi il resto di questo articolo »

ALLEGATO ALLO STRADARIO STORICO COMMENTATO (di Edmondo Bellanova)

Il tempo non mi manca e per poter “star a casa“, “senza impazzire” riprendo un lavoro del 2010 “Stradario Storico Commentato di San Michele Salentino” riproponendo l’elenco delle strade con le indicazioni minime per una loro migliore Leggi il resto di questo articolo »

ROCCO BELLO (di Edmondo Bellanova)

Tornando da campagna (regolarmente autorizzato per assistere i miei cani) ho intravisto il manifesto funerario di Rocco Bello.

Mi sembra una stranezza che proprio io Leggi il resto di questo articolo »

Don Antonio (di Edmondo Bellanova)

Ma com’è possibile che tante tragiche notizie ci raggiungano tutte ora, una dopo l’altra, senza neanche il tempo d’asciugare le lacrime?

E’ morto don Antonio Chionna.

Per tanti anni Preside della Scuola Media prima e dell’Istituto Comprensivo poi. Per anni ho collaborato con lui, anche con spirito critico, ma sempre nel reciproco riconoscimento di capacità e lealtà.

San Michele deve molto a quest’uomo per il determinante contributo alla scoperta delle sue origini storiche e per l’amore con il quale ha sempre trattato le “nostre cose”.

Questo maledetto virus c’impedisce Leggi il resto di questo articolo »

DA NORD A SUD (di Edmondo Bellanova)

Tutti si scagliano contro chi “prende un treno e viene giù, al Sud”!

Noi meridionali d’Italia che, privilegiati da chi sa quale congiuntura, difendiamo con i denti ed a chiacchiere, la nostra condizione di “negativi al coronavirus”!

Presidenti di Regioni (e Provincia?) che tuonano contro il governo per manifesta impreparazione a fronteggiare una pandemia nuova, sconosciuta; mentre hanno tutta la responsabilità di non aver saputo gestire al meglio la sanità regionale. Tutti che si lamentano della mancanza di posti letto in terapia intensiva negli ospedali e nessuno ricorda che la necessità di razionalizzare la sanità era il programma (anche condivisibile) di ogni politico-candidato  e di chi notava sprechi di ogni genere, imputabili al campanilismo di chi voleva una struttura in ogni paese e un “primariato” sotto casa. Ma questi sono discorsi che si faranno domani, oggi mi preme ragionare sul tema di chi può e chi oggi non può esercitare il diritto di muoversi in questa Leggi il resto di questo articolo »

RICORRENZE (di Edmondo Bellanova)

Con emozione entrerò, questa sera, nei locali della Biblioteca Pinacoteca “S.Cavallo”, ristrutturati, adeguati e restituiti alla fruizione di tutti noi.

Si riapre la possibilità della valorizzazione del patrimonio artistico del nostro comune e sono d’obbligo gli auguri agli amministratori cui compete il ruolo principale di animatori culturali.

Riapriamo con “Lucio dove vai” e la riuscita della serata è certissima, ma sono sicuro che la brava Rosalia Fumarola troverà il tempo ed i modi di celebrare, con il dovuto tono, il cinquantesimo dell’esposizione della monumentale scultura del concittadino Cosimo Carlucci all’Expò 1970 ad Osaka.

Di quell’avvenimento, con l’amico Giuseppe Argentiero (figlio di Dunatë lu tubištë), stiamo Leggi il resto di questo articolo »

QUAREMMË (di Edmondo Bellanova)

Il periodo è quello giusto, ma, pur guardando con attenzione, non vedo più le quaremme appese agli incroci delle vie di San Michele. Ricordo quella di via Trento sull’incrocio di via Ciano e mi sovviene il timore fanciullesco di chi vedeva in quella tenebrosa figura, appesa ad un filo, il palese monito per una vita più moderata e cristiana. Peccato che l’usanza si sia inesorabilmente persa e che nessuno (Proloco!) pensi a riproporla.

Già, Quaremmë (la quarantana), moglie del buon Carnevale, morto (scoppiato) per i bagordi di vino e cibo, in lutto per espiare le colpe e i peccati del marito, dal Mercoledì delle Ceneri e sino al Sabato Santo di Pasqua, se ne stava appesa in aria, con gli abiti di stracci neri e sporchi, a lavorare con il fuso e contare le settimane che mancavano dalla Pasqua con sette penne nere infilzate in un’arancia o patata. o sette taralli infilati nel fuso.

Ora ci mettono in quarantena nel vano tentativo di sfuggire al coronavirus e allora la buona abitudine di vivere parsimoniosamente la Leggi il resto di questo articolo »

SOPRANNOMI NOSTRI (di Edmondo Bellanova)

A Michele Ciracì

Apprendo con piacere del tuo progetto di raccogliere in un Dizionario i soprannomi di Ceglie Messapica e condivido pienamente il valore storico culturale di una raccolta di questo genere.

Per la verità, anche qui a San Michele Salentino, si è tentato di fare lo stesso lavoro con risultati anche apprezzabili. Nella ricerca si era impegnato l’insegnante elementare Cosimo Balestra (Micchië di Balestrë)   ed io continuo a scavare nella memoria del paese nella speranza di lasciare testimonianza di questi termini coniati con sarcasmo ed ironia per distinguere un individuo dall’altro sulla base di provenienze, difetti, abitudini, mestieri, attitudini e Leggi il resto di questo articolo »

LEGGI ED IMBROGLI (di Edmondo Bellanova)

Ho letto con attenzione il testo del disegno di legge n° 855 presentato al Senato della Repubblica dal Sen. Mario Turco (M5S) il 20 novembre 2018 e controfirmato da altri 31 Senatori (M5S).Disposizioni in materia di enfiteusi e livello.

Premesso che a tutt’oggi non è ancora iniziato l’esame da parte della competente 9^ Commissione Permanente (Agricoltura e produzione agroalimentare) e preliminare è l’acquisizione del parere di ben altre 5 commissioni, pur conscio delle mie limitate conoscenze amministrative-legislative, esprimo un forte invito al RITIRO IMMEDIATO di questo disegno di legge.

Sembra di tutta evidenza che con questa legge, contrariamente alle motivazioni ispiratrici dei presentatori, si legittimano ulteriormente le pretese dei concedenti ai quali basterà fare una richiesta di pagamento (solo una in un ventennio!) per rendere inapplicabile il diritto potestativo dell’affrancazione con Leggi il resto di questo articolo »

URLO E NOI (di Edmondo Bellanova)

Ora che Urlo vince sembra tutto facile, bello e possibile!

La “nostra Signora” Milva Carelli, alla fine, ammette d’aver Urlo di Poggio nei suoi pensieri (e nel cuore) riconoscendo che il cavallo e Cosimo Fiore hanno una sola, stessa anima.

Signora si sbaglia!

Non c’è una sola anima: con Urlo di Poggio e con Cosimo Fiore (e tutto il suo staf) c’è l’immenso amore dei suoi proprietari che con umiltà soffrono, si sacrificano e gioiscono. Poi c’è tutto un mondo di brava gente, di lavoratori, braccianti che con Urlo hanno trovato il mezzo per contare un tantino di più nella vita, di essere vincenti, anche se solo per due velocissimi minuti, in un mondo forse troppo lontano dalla Leggi il resto di questo articolo »

A NICOLA (di Edmondo Bellanova)

Mi ritrovo costretto nei panni di chi “per forza” deve fare i necrologi di quanti muoiono in San Michele Salentino e la cosa non mi piace; ma qualcuno deve comunque adempiere a questo ingrato compito ed allora oggi ricordiamo il povero Nicola Parisi di Panesazzië, che merita per la riservatezza e l’umiltà sempre dimostrata.

Nicola è morto come ha vissuto: solo, in silenzio, abbandonato da tutti.

Un male incurabile lo ha portato via; ma la sua vita era già compromessa da anni.

Noi, gli avventori del Bar degli Amici, lo ricorderemo (e non so per quanto!) come il garzone-amico pronto a servirci il caffè con quel suo modo Leggi il resto di questo articolo »

SI CAMBIA (di Edmondo Bellanova)

Con ordinanaze del 22.01.2019 il Sindaco Allegrini ha conferito nuove nomine di assessore comunale alle consigliere Tiziana Barletta, Rosalia Fumarola, Angela Martucci ed a Vitantonio Scatigna (confermato Vice sindaco).

Nella stessa data sono state conferite “deleghe speciali” ai consiglieri Michele Cordari, Michele
Salonna e Anna Isabella Ciciriello.

Premesso che reputo assolutamente positivo che l’onere politico–amministrativo della gestione del paese
non sia limitato alla competenza della sola Giunta Comunale e che, quindi, investire di responsabilità anche
il consigliere comunale è positivo, rilevo che nei provvedimenti del Sindaco, con i quali si conferiscono
deleghe speciali a consiglieri comunali, non è ben chiarita la fonte giuridica di queste nomine.

Negli atti, gli unici riferimenti normativi citati Leggi il resto di questo articolo »

CICCIO DI PIZZITTINË (di Edmondo Bellanova)

Alcune notizie “corrono“ più veloci di altre e ciò spesso dipende dall’importanza delle stesse.

Anche se il paese in questo periodo sembra deserto, disabitato, la notizia della morte di Ciccië di Pizzittinë corre veloce; percorre vie spopolate, occupa la piazza vuota e i pochi bar con solitari avventori; rimbalza di casa in casa e si presta a numerosi commenti.

In me riaccende un turbinio di ricordi che si perdono negli anni della gioventù e sento l’obbligo di rendere omaggio a una persona importante per la mia crescita.

Ma Ciccio è stato determinante per la crescita economica del paese e mi sembra poco ricordarlo ora con “quattro parole” che il tempo porterà via e inesorabilmente cancellerà dalla memoria dei più.

Sono certo che tante famiglie che nel commercio dell’auto Leggi il resto di questo articolo »

L’ALTRO NATALE (di Edmondo Bellanova)

La prima cosa da procurarsi era il muschio: si cervano le compatte e soffici piantine nelle zone umide e ombrose di tronchi e piante. Poi si recuperavano scatole di cartone, giornali vecchi e carta da imballaggio per creare le montagne e colline di Nazareth. Con la carta argentata, residuo dell’involucro di cioccolate, si creavano fiumi e laghi; mentre bastava un batuffolo di cotone per ricoprire di neve monti, boschi e viottoli; quando necessario, anche la farina (sottratta alla mamma che impastava pettole e purcedduzzë) imbiancava i nostri presepi. Un foglio di carta azzurra bastava a farci il cielo e di carta dorata erano le stelle che, appiccicate con colla di farina, brillavano di luce riflessa; non c’erano ancora le luci cinesi a serie Leggi il resto di questo articolo »

BENEDETTO CORAGGIO! (di Edmondo Bellanova)

Io il coraggio di lasciare per terra le olive… non c’è l’ho! Con i prezzi ed i costi attuali a raccogliere le olive … si perdono soldi! Pur sapendo ciò, mi ostino ad andare in campagna, forse solo perché nella mente, nel cuore e negli occhi mi ritorna l’immagine dei nostri nonni che, a mano, tra l’erba e le pietre affioranti (vangalë) raccoglievano una a una, tirandole anche fuori dalle cavità dei tronchi, con scope rudimentali di polloni d’ulivo (sobbacavaddë) e rami di melograno (setë) quelle olive che avrebbero dato quel misero reddito sufficiente per “campare”.

Per questo, ad un certo punto, ho abbandonato i lavori del Consiglio Comunale di sabato scorso per andare in campagna; anche perché mi sono riservato di riascoltare gli interventi nel pregiatissimo servizio che Midiesis rende (a gratis) alla comunità con la registrazione della Leggi il resto di questo articolo »

FIGLI DI UN DIO MINORE (di Edmondo Bellanova)

L’ex Ilva, l’ex Italsider, la Arcelor Mittal, Taranto da giorni occupa le televisioni, la stampa, il governo! 10.200 dipendenti che perdono il posto di lavoro e non potranno più “portare il pane ai loro figli” sono un problema reale, meritevole di ogni considerazione e poco conta se i tarantini (e noi) continuano a morire di cancro, importante è l’impunibilità di chi ha inquinato ieri e di chi oggi progetta d’inquinare domani. Mi dicono che in Austria (Linz) si è risolto il problama della compatibilità ambientale e sanitaria di un’acciaeria in città. Il web è spesso menzoniero, ma qualcuno ha approfondito l’argomento? E’ possibile convertire l’ex Italsider in modo d’assicurare il lavoro, la salute e la redditività? Domade che non hanno risposta!

Comunque il governo nazionale e regionale non dormono e continuano a istituire “tavoli” nel tentativo di dimostrare al popolo tutto il loro interessamento al Leggi il resto di questo articolo »

EVASIONE (di Edmondo Bellanova)

Non c’è talk show (conversazione per spettacolo) trasmissione televisiva, radiofonica mattutina, pomeridiana, serale e notturna,  stampa e sito web dove non si discuta sull’evasione fiscale e nel paese s’ode il “tintennar di manette” di presidenziale memoria.

Sembra assurdo che tutti convengano sulla necessità di stroncare il fenomeno quando ad evadere è la generalità dei cittadini italiani e pare che gli stessi conduttori tv, giornalisti, ospiti, politici, magistrati, sociologi, filosofi che giudicano condannano e pontificano, siano gli unici rispettosi del sistema tributario.

Pare che tutti siano “felici di pagare le tasse”; mentre solo medici, idraulici, commercianti,  avvocati, imbianchini, meccanici, elettricisti, artigiani in genere sono Leggi il resto di questo articolo »

FIORI (di Edmondo Bellanova)

Eppure a San Michele Salentino, punultimo paese della provincia di Brindisi per numero di abitanti (6.200 -6.300 da decenni) con la superficie più piccola (26 Kmq), con poca storia e nato solo con il lavoro di umilissimi contadini; nascono Leggi il resto di questo articolo »

Ricordi: la vecchia squadra di calcio del San Michele (di Edmondo Bellanova)

Foto n. 33

Aggiornato il 12/10/2019: Sistemate le didascalie delle ultime foto pervenute ed aggiornato l’elenco delle persone fotografate con il numero della foto nella quale sono ritratte (vedi in calce all’articolo). Edmondo Bellanova. Leggi il resto di questo articolo »

Laureati con 110 (e lode)

Facebook
Utenti in linea