Lettera aperta al Sindaco del Comune di San Michele Salentino (di Edmondo Bellanova)

Signor Sindaco, dopo aver avuto un “amabile scontro” con funzionari del comune, mi rivolgo direttamente a te nel tentativo di porre rimedio alla palese ingiustizia con la quale nel nostro comune è applicata la tariffa Tari.

Le pertinenze dell’abitazione (cantine, autorimesse, depositi, ecc.) ai sensi del 2° comma dell’art 19 del regolamento comunale Tari, sono considerate come occupate da una sola unità abitativa e  assoggettate sia alla quota fissa sia a quella variabile.

Per esemplificazione: un box-pertinenza di 20 mq. pagherà una quota fissa di euro 1,22 per mq., e la quota variabile di euro 48,36 più la quota provinciale del 5% per un totale di euro 77,45.

(Correggo 76,40).

Se invece si possiede la stessa rimessa lontano dall’abitazione, quindi non di pertinenza, il locale sarà tassato come utenza non domestica, secondo la categoria 3, con la tariffa di euro 1,70/mq+ 5%  per un importo complessivo di euro 35,70.

L’iniquità mi sembra palese e di questo se ne sono accorti i tanti comuni che hanno modificato i loro regolamenti.

Solo per dimostrare ciò elenco una serie d’atti con i quali comuni a noi vicini hanno abolito la quota variabile nel calcolo della tassa.

Certo d’aver ottenuto la tua attenzione, spero in un prossimo provvedimento del Consiglio Comunale.

sanmichelesalentino25agosto2015edmondobellanova

 

Estremi di alcuni atti che prevedono la tassazione delle pertinenze con la sola quota fissa:

-Brindisi:………..=  art.34 Regolamento approvato con Delibera CC n°20 del 29.07.2015;

-Francavilla F….. =  art.34        “                    “                    “               n° 49  “  05.08.2014;

-Ostuni…………  =  art.11        “                     “                   “               n° 43  “  17.10.2014;

-San Donaci……  =  art.12        “                      “                   “              n° 19  “  30.06.2015;

-Torre S.S………  = art.8           “                      “                   “             n° 28   “  30.07.2015;

-Villa Castelli….   = art.34         “                      “                    “             n° 33   “  25.10.2014.

5 Commenti a “Lettera aperta al Sindaco del Comune di San Michele Salentino (di Edmondo Bellanova)”

  • Claudio:

    …nooo!…ma davvero?…è ridicolo…

  • Anna:

    Ma per caso viviamo in un comune situato su Marte? Ma i nostri amministratori si sono degnati di dare una risposta a quanto sollevato da Edmondo? D’altronde possono anche concedersi il lusso di non rispondere, tanto a noi piacciono così , altrimenti non li voteremmo per più mandati consecutivi!

  • luigi:

    È tutto dà rifare.

  • Sebastiano:

    È anche vero che una rimessa lontana dall’abitazione principale sarà probabilmente meno “vissuta” di una che si trovi adiacente al proprio luogo di vita e quindi sarà minore la possibilita a parita di dimensione, di produrre rifiuti.
    La questione ridicola è piuttosto quello del calcolo sui mq, dove si pensa che ad esempio 3 persone che abitano in una residenza di 200mq producano piu rifiuti di un buco di 40 mq dove risiedano 10 e pii persone appartenenti a piu nuclei familiari…

  • Anna Abbracciante:

    Per dovere di cronaca, volevo precisare, onde evitare che succeda ancora, che non sono io la Anna che ha pubblicato un post di sfida al Sig. Sindaco il 26 agosto u.s., che io condivido, ma sarei stata un po’ più tagliente e provvedo subito. Forse il Sig. Sindaco preferisce non rispondere su Midiesis che è aperto a più utenti come me, che non partecipano ai Consigli Comunali, né alla vita politica in genere. Preferisce dare meno importanza, forse, alla rilevazione fatta da Edmondo, poiché come si suol dire “chi tace acconsente” e non c’è modo di mettersi in discussione e rimediare. Ultima opzione ottimistica, forse non ha proprio letto la lettera aperta, gli sarà arrivata “CHIUSA” e così è rimasta. L’importante è che noi paghiamo e che ne prendiamo coscienza! Anna Abbracciante

Laureati con 110 (e lode)

Facebook
Utenti in linea