IL MIO DIZIONARIO (di Vincenzo Palmisano) – 24^ parte

MIDIESIS

Ogni mattina mia moglie apre la finestra  “Midiesis”, io mi affaccio e vedo Piazza Marconi, salotto, teatro e cuore pulsante di San Michele Salentino.
E, di colpo, il rito quotidiano diventa mito.

GRUPPO DI LETTURA

Un bene in comune chiamato libro.

PELLEGRINO

SI può festeggiare il compleanno di un libro?. Certo che si può.
Lo ha fatto il giornalista Aldo Perrone con un bellissimo articolo su “La Gazzetta del Mezzogiorno” il 1 giugno 2020.
Il libro festeggiato  si intitola “Pellegrino di Puglia”, scritto 60 anni fa dal grande critico d’arte Cesare Brandi, e pubblicato a Bari dalla casa editrice Laterza.
E’ il capolavoro di uno studioso toscano innamoratissimo della nostra Terra, un classico “sempreverde” che tutti dovrebbero leggere.
Chi non lo ha mai letto non è un vero pugliese.

CASSARMONICA

Fino a poco tempo fa, tutti sapevano che la cassa armonica è la cassa in legno pregiato della chitarra, del violino e di altri strumenti musicali a corde in cui si crea la risonanza.
Ma nessuno, tranne noi meridionali, sapeva cosa è la cassarmonica. Perché nessun dizionario, nemmeno quello del nostro conterraneo di Cerignola Nicola Zingarelli lo aveva registrato.
Ora finalmente, grazie alla sfilata di moda CRUISE 2021 di Christian Dior svoltasi a Lecce in Piazza Duomo, è stata visualizzata da più di trenta milioni di persone in ogni parte del mondo, e tutti sanno che la cassarmonica è la regina delle luminarie delle nostre antiche feste patronali e l’auditorium itinerante delle bande musicali da giro, che, spostandosi da un paese all’altro, allietano le abbaglianti estati del Sud.
Adesso una sola cosa la cassarmonica chiede: entrare finalmente in un dizionario.

TROPPO BEVUTI

In lingua sanmichelana:” ubriachi a fezza”.
Una espressione che evoca tempi in cui, per fortuna, alcol e droga non andavano a braccetto.

PANDEMIA

Sette miliardi e mezzo di persone in un frullatore impazzito.

ANAMNESI

“E suo padre di che cosa morì?”, chiese il giovane medico a una anziana paziente ricoverata in ospedale.
E lei: “Di fatia”.

CONCISIONE

Mai superare i limiti. Mai fuori misura. Tagliar corto.

VERBOSITA’

Piacere irrefrenabile di ascoltarsi.

EGOTISTA

Gli piaceva ascoltarsi, e, quando parlavano gli altri, lui digitava.

LINGUISTICA

E’ meglio dire “Al tempo di coronavirus” o “Ai tempi di coronavirus”?.
Meglio ”Ai tempi, Ai tempi, Ai tempi” : Fase 1, Fase 2, Fase 3…
E poi?  Chissa’!.

ESAME DI MATURITA’

Un rito di passaggio, ovvero un tuffo nel mare periglioso della realtà.

MONDO

Il Mondo ha la febbre, e la Colomba di Picasso muore di freddo.
Vincenzo Palmisano

—–

Articolo correlato:

I Commenti sono chiusi

Laureati con 110 (e lode)

Facebook
Utenti in linea