Dolore per la morte di un caro amico (di Alessandro Torroni)

Perdere un carissimo amico in questo periodo di pandemia è la cosa peggiore che possa capitare.

Ti sentì il cuore infranto perché non ti è consentito neanche di salutarlo per l’ultima volta con quel sincero, affettuoso e fraterno affetto che ci ha sempre tenuto uniti.

Ho, almeno, la consolazione di aver avuto la fortuna di parlargli a telefono il giorno di Pasqua quando, anche se con voce flebile di Don ANTONIO, ci siamo scambiati gli auguri di Pasqua.

Don Antonio CHIONNA, nostro concittadino onorario, ci ha lasciato questa mattina con il dolore di tanti amici che lo amavano e che lo ricorderanno sempre.

Egli fu legato alla nostra cittadina già da bambino, poi da sacerdote, poi da preside per 16 anni e infine da storico, consegnandoci il prezioso ed unico libro sulla storia e tradizione di S.Michele Sal.no.

Padre amorevole e mite, dirigente capace e determinato, apprezzato ricercatore storico con minuziosa fedeltà alle fonti, critico sincero e tenace nel portare avanti battaglie di grande impatto sociali e civili è stato amato e stimato da tutti.

Molte cose in questo paese, don Antonio, ci parlano di te, non ti dimenticheremo mai.

Riposa in pace.

Tuo Sandro Torroni


I Commenti sono chiusi

Laureati con 110 (e lode)

Facebook
Utenti in linea