Educatore Cinofilo a San Michele Salentino

Riceviamo da Mirko Losavio e di seguito pubblichiamo:

Nell’arco della sua vita il nostro cane vive quotidianamente tantissime esperienze e viene sottoposto a stimoli. In base alle associazioni ad essi fatte ogni stimolo diventerà negativo o positivo. Questo processo prende il nome di “bagaglio comportamentale“. Ogni comportamento che il nostro cane sceglie di esibire fa quindi parte di questo bagaglio.

Ecco alcuni esempi:

..ci ignora, non torna al richiamo, tira al guinzaglio, fa i bisogni in casa, disturba a tavola, abbaia se suona il citofono, occupa e dorme su letti e divani prendendone possesso, mordicchia e distrugge oggetti di casa o piange in nostra assenza, mostra aggressività in presenza di altri cani o estranei, etc etc.. questi elencati (ma non solo) sono i comportamenti più evidenti dovuti ad una cattiva gestione del cane, che, uniti alla mancanza di rapporto (cane/conduttore) possono portare in breve tempo a ben più gravi problemi comportamentali. Se quindi il cane non ha “imparato” ad ascoltarci è molto probabile che col tempo non siamo stati capaci di fargli capire cosa volevamo da lui, non abbiamo stabilito il giusto rapporto e non possiamo pretendere che ci sia intesa senza LEADERSHIP.

“La figura dell’educatore cinofilo insegna al proprietario del cane, come vivere nel migliore dei modi e serenamente il rapporto col proprio cane, di qualsiasi razza, cane o cucciolo, in casa o fuori, mettendo a disposizione la propria esperienza di chiunque voglia imparare e abbia il desiderio di conoscere meglio il proprio cane, comunicare con lui, farsi ascoltare, creando un legame basato sul rispetto e fiducia.”

Il primo incontro, utile per la valutazione del cane, è GRATUITO, successivamente (in base alla valutazione) le lezioni si terranno a domicilio o in campo attrezzato.

Stilando un programma personalizzato (della durata generica di 2-3 mesi) imparerete a:

Gestire correttamente il cucciolo* o il cane adulto, imparando a prestare attenzione ad alcune sue necessità.

Averne il controllo sia in casa che fuori, lavorando sulla condotta, richiamo, posizioni e sulle interazioni con estranei.

Gestire le sue risorse primarie (cibo, giochi, spazi, attenzioni sociali).

Imparare a giocare con lui in modo corretto, divertendosi e collaborando con lui senza creare conflitti.

Mantenere basso il suo livello di stress che puntualmente e involontariamente gli causiamo.

Alla fine del periodo potrete decidere di fermarvi (consulenza telefonica a vita!) o di intraprendere un altro percorso più approfondito e magari con il cane adatto cimentarvi in una disciplina sportiva quali l’obedience, agility o disc dog!

Se avete uno dei precedenti problemi o ne riscontrate altri o se semplicemente il mondo della psicologia canina vi affascina e volete saperne di più, rendendo anche più confortevole la vita del vostro animale, contattatemi per una chiacchierata nel modo che più preferite! Grazie! :)

Mirko Losavio
-Educatore Cinofilo-
Tel. 333.4337795 (What’s App, Telegram, Sms..)
E-Mail. lsvmrk@gmail.com
Facebook: Axel Dean Gray

 

*Per evitare i problemi sopra elencati è necessario rivolgersi ad un educatore non appena il cucciolo mette zampa in casa o comunque il prima possibile, sfatando il mito che sia necessario aspettare alcuni mesi o addirittura anni prima di educarlo. I cuccioli sono come i bambini, è necessario essere chiari, impostando alcune regole e accorgimenti fin da subito.

 

 

I Commenti sono chiusi

Webcam Piazza Marconi


Facebook
Utenti in linea