Buoni spesa per i cittadini bisognosi di San Michele Salentino: i criteri di assegnazione, scadenza presentazione domanda, modulistica

Possono presentare istanza di ammissione all’erogazione di un buono spesa i nuclei familiari, anche monoparentali, in gravi difficoltà economiche, senza alcun reddito disponibile e alcuna forma di sostentamento reperibile attraverso accumuli bancari o postali di importo superiore ad € 5.000,00, al netto di obbligazioni derivanti da contratti di mutuo, locazione, pagamento utenze,etc.

Gli interessati dovranno presentare domanda PREFERIBILMENTE a mezzo posta elettronica – all’indirizzo:(protocollo@comune.sanmichelesal.br.it,oppure segreteria.comune.sanmichelesal.br@pec.rupar.puglia.it). Ove non fosse possibile l’utilizzo dei servizi di posta elettronica, gli interessati potranno presentare l’istanza direttamente all’Ufficio servizi sociali previo appuntamento richiesto telefonicamente al numero 0831966026 ( int. 8 ) (attivo dal lunedì al venerdì, dalle 9:00 alle 11:00). La domanda va presentata utilizzando il modello in cui andranno indicati i requisiti di ammissione individuati nel presente avviso. La domanda può essere presentata una sola volta da un solo componente il nucleo familiare.

REQUISITI DI ACCESSO

Possono presentare domanda i nuclei familiari al cui interno tutti i componenti:

1) Versano in condizione di disoccupazione, ovvero percepiscano redditi con un importo complessivo di 500,00 euro
2) Si trovano in situazione di sospensione/riduzione dell’attività lavorativa
3) Percepiscono contributi pubblici a qualsiasi titolo nella misura non superiore a € 500,00 mensili.

In seguito all’istruttoria della domanda, gli assegnatari saranno contattati a mezzo telefono o email, con cui gli si comunicherà di essere beneficiari del buono spesa, l’importo dello stesso e le modalità per spenderlo. Il buono spesa sarà direttamente consegnato agli interessati presso il loro domicilio, nelle giornate e negli orari che saranno loro comunicati, da personale comunale e/o dal Servizio di Protezione civile.

IMPORTO DEL BUONO SPESA

Varia a seconda della composizione del nucleo familiare, secondo la seguente tabella:

Nucleo monoparentale € 50,00
Nucleo composto da 2 persone € 100,00
Nucleo composto da 3 persone € 150,00
Nucleo composto da 4 persone € 200,00
Nucleo composto da 5 o più persone € 250,00.

Ove i nuclei familiari sopra elencati annoverino persone in età minorile:
-Il buono è incrementato di € 30,00 per ogni minore di età compresa tra 0 e 3 anni;
-Il buono è incrementato di € 20,00 per ogni minore di età compresa tra 4 e 8 anni;
-Il buono è incrementato di €10,00 per ogni minore di età compresa tra 9 e 14.

Il buono spesa concedibile non potrà comunque superare l’importo complessivo di €310,00.

DOCUMENTAZIONE DA CONSEGNARE
Autodichiarazione ai sensi del DPR 445/2000 comprovante la condizione di indigenza, nonché la percezione di altri eventuali sussidi utilizzando lo schema allegato alla domanda. All’Autodichiarazione dovrà essere allegato copia di un documento di identità in corso di validità.

TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
Le domande dovranno pervenire entro le ore 12.00 del giorno 10 aprile 2020.

CONTROLLI
L’Amministrazione comunale, provvederà ad effettuare gli opportuni controlli successivi, con l’ausilio della Guardia di Finanza e/o altre Autorità, in ordine alla veridicità delle attestazioni riportate nell’autodichiarazione pervenuta.

CARATTERISTICHE DEL BUONO SPESA
Il Buono Spesa è un documento di legittimazione cartaceo personalizzato con l’indicazione della denominazione del Comune e l’indicazione di un valore nominale d’acquisto espresso in Euro, prefinanziato e quantificato dallo stesso Comune, associato al nominativo del beneficiario. Il Buono Spesa dà diritto, in capo al possessore, di acquistare merce per un importo pari al valore del buono con esclusione, quindi, di ogni eventuale “commissione” applicata dall’esercente. I Buoni Spesa sono cumulabili, non sono convertibili in denaro e non danno diritto a eventuali resti in denaro. Ove l’importo dell’acquisto effettuato dal beneficiario sia superiore al valore nominale del Buono Spesa, questi è tenuto ad integrare il corrispettivo complessivamente spettante all’esercente mediante corresponsione a quest’ultimo della differenza in denaro. I Buoni Spesa non sono cedibili e non possono essere commercializzati. I Buoni Spesa possono essere utilizzati esclusivamente presso gli esercizi aderenti alla Rete allestita dal Comune per acquistare prodotti di prima necessità (generi alimentari, prodotti per l’igiene dell’ambiente domestico, per l’igiene personale, pannolini e pannoloni). Non possono essere acquistati alcolici.

MODULO DI DOMANDA

I Commenti sono chiusi

Laureati con 110 (e lode)

Facebook
Utenti in linea