SOCIETA’ E POLITICA

Riceviamo da Lina Lodeto e di seguito pubblichiamo:

La postmodernità pone molti problemi; questa fase di incertezza è solo l’inizio di un processo che ci vede non più “persone pensanti” visto che corriamo il rischio di essere dominati dall’intelligenza artificiale.

Si riflette sulla saggezza degli uomini del nostro tempo che non hanno l’equilibrio che questa condizione umana, e solo umana, assicura. La vera saggezza prevede un piano non consuntivo, vista la necessità di riflettere preventivamente sulle conseguenze di qualsiasi azione. Allora si comprende come l’essenza della saggezza dovrebbe essere: responsabilità nei confronti delle generazioni future, apertura verso il “diverso”, ascolto delle voci dissonanti, …

Ma la politica che ruolo svolge?

La nostra società viaggia nel tempo, mentre la maggior parte dei nostri politici non è all’altezza dei tempi che li coglie impreparati. Alcune voci fuori campo, non omologate, hanno tentato di trovare soluzioni ai problemi, anche per evitare rischi maggiori, ma senza successo. Altri invece non hanno fatto alcun tentativo, per cui la dilagante corruzione, il populismo, l’incremento della violenza, l’incitamento all’odio razziale sono i lori tratti distintivi. Da sempre sono i trascinatori delle masse.

Nel nostro piccolo paese resistono ancora baluardi del vecchio sistema politico che cercano di contrastare i cambiamenti che ci sono stati ma non in modo propositivo o alternativo con uno stile che personalmente non mi è nuovo.

Con mio grande disappunto oh notato che alcune persone continuano ad avere un’identità politica che non dovrebbe essere punto di riferimento per nessuno. Sono le persone più pericolose che condizionano, plagiano con gravi conseguenze.

Purtroppo non mi meravigliano quei ragazzi che condividono tali persone, rischiando un futuro ancora più buio e incerto.

San Michele Salentino, 03.01.2018

Lina LODETO

 

 

I Commenti sono chiusi

Facebook
Utenti in linea