Don Antonio (di Edmondo Bellanova)

Ma com’è possibile che tante tragiche notizie ci raggiungano tutte ora, una dopo l’altra, senza neanche il tempo d’asciugare le lacrime?

E’ morto don Antonio Chionna.

Per tanti anni Preside della Scuola Media prima e dell’Istituto Comprensivo poi. Per anni ho collaborato con lui, anche con spirito critico, ma sempre nel reciproco riconoscimento di capacità e lealtà.

San Michele deve molto a quest’uomo per il determinante contributo alla scoperta delle sue origini storiche e per l’amore con il quale ha sempre trattato le “nostre cose”.

Questo maledetto virus c’impedisce di dargli l’estremo saluto e mi sembra veramente ingiusto che non gli si possa dimostrare tutto il nostro affetto e la meritata gratitudine.

Edmondo Bellanova

5 Commenti a “Don Antonio (di Edmondo Bellanova)”

  • midiesis:

    Don Antonio è stato preside a San Michele Salentino dal 1983 al 1999

  • Maria Lombardi:

    Addolorata per la scomparsa del caro Preside don Antonio Chionna, persona di alto spessore culturale, profondamente umano e vicino agli alunni, ai bambini d’infanzia in particolare, il nostro Comune deve molto a questa persona che per tanti anni è stato il Preside della scuola media statale “Giovanni XXIII, il mio primo Preside nella mia esperienza lavorativa in qualità di segretaria della scuola, persona che mi manca tanto! Rimarrà sempre nel mio cuore e credo nei cuori di molti altri!,

  • Giuseppe Calò:

    Partecipo molto commosso al dolore dei familiari per la morte del caro preside prof.don Antonio Chionna,sempre vicino agli interessi degli alunni sanmichelani:fu convinto sostenitore con i familiari,della borsa di studio”MARCELLO PALMISANO” a beneficio degli alunni meritevoli e bisognosi,a integrazione del diritto allo studio.
    Non posso escludere anche la mia vicinanza amicale al cordoglio che ha colpito il dirigente scolastico dott.Ernesto Marino’,il quale per il nostro defunto don Antonio è stato da sostegno nelle occasioni di bisogno.
    PinonCalo’

  • Angelo Ciraci:

    La notizia della scomparsa di Don Antonio Chionna ha generato, anche in me, un forte senso di dispiacere, per la dipartita di una persona che ho frequentato per anni, nel suo ruolo di preside, nella locale scuola media.
    Di lui vanno ricordate:
    - la straordinaria cultura, frutto di ricerche e di appassionate documentazioni. Si pensi, da parte di noi sammichelani, alla interessante opera “San Michele Salentino tra storia e tradizioni”, scritta con Vincenzo Palmisano;
    - la notevole e apprezzata professionalità;
    - le capacità organizzative;
    - il sapersi relazionare con ciascuno di noi docenti, con gli alunni e con i loro genitori;
    -la profonda umanità.

  • Pietro D'urso:

    Dispiaciuto per la scomparsa di don Antonio Chionna, persona eccellente sotto ogni aspetto, umano e professionale. Conosciuto ai tempi in cui frequentavo la scuola media a S.Vito N. anche se non era mio professore. Non esitava a chiedermi nformazioni e notizie presso l’ufficio tecnico comunale, da me diretto, per la conoscenza della storia di S.Michele S.occorrente alla stesura del libro scritto in collaborazione con il prof. V. Palmisano.

Facebook
Webcam Piazza Marconi


Utenti in linea